Carolina Mazzola




Carolina Mazzola nasce a Napoli nel '92 e già tra una piantino e l’altro inizia ad intonare le prime note musicali a tempo con le ninnananne della buonanotte. Fin da subito lo spiccato senso musicale, e l’irrefrenabile voglia di fare sempre qualcosa, la porta ad esibirsi in vari concorsi tra cui lo Zecchino D’oro; l' “Usignolo D’oro” nel quale vince il primo premio, alla sola età di 6 anni, cantando “Insieme” di Mina; e, in età adolescenziale (dopo aver combattuto per non partecipare), il FantaFermi nel quale vince nuovamente il primo premio con il brano “When a man loves a woman” (Chiedo ancora scusa a mia madre per averla fatto tanto penare!!! E come sempre, alla fine, aveva ragione lei! :P). Crescendo continua a sviluppare la passione per la musica imparando prima a suonare il pianoforte (ma solo un po’); dedicandosi nell’adolescenza (per ben 5 anni) allo studio del violino e, per un solo anno, della chitarra classica (che continua ancora a strimpellare), ma tornando infine a cantare: da più piccola in cori polifonici (con esibizioni che l’hanno portata da Assisi a Milano e da Firenze fino in Lussemburgo) e da più grande in svariate band come cantante solista. Attualmente è componente dei DISCOVER BAND, band disco anni 70; del duo acustico GiòCar e della big band No Limits, in tutti questi gruppi oltre il ruolo di cantante suona anche le piccole percussioni. Inoltre ha collaborato in svariate occasioni con i Chattanooga e in redazione, come press agent, per ufficio stampa Zerotempo.

Però le passioni artistiche non si limitano solamente alla musica, ma anche ad altre arti infatti, studia per diventare animatrice (specializzandosi nell’intrattenimento di bambini e negli spettacoli musicali e di cabaret) - prendendo l’attestato nel 2009; tra il 2008 e il 2010 studia recitazione, con Maurizio Stammati al teatro Bertolt Brecht, e danza HipHop al Centro del Movimento; poi, profondamente innamorata della magia di Harry Potter, studia il mondo della prestidigitazione (in cui nel 2013 prende il diploma); e, ancor più, sviluppa un profondo interesse per il cinema, infatti nel 2015 si laurea in Arti e scienze dello spettacolo alla Sapienza con una tesi interamente dedicata al mondo sonoro dell’animazione. L’anno successivo, infatti, si iscrive al CSC - Centro Sperimentale di Cinematografia - al corso di Suono, dove, per i successivi tre anni, studia il mondo del sonoro della produzione (presa diretta) e della post produzione (montaggio e missaggio con ProTools) cinematografica, specializzandosi in particolare nel montaggio del suono.

Nel corso degli ultimi anni ha partecipato come comparsa in vari cortometraggi, ed ha lavorato al montaggio sonoro di un altro cortometraggio che è stato presentato nel 2018 al Festival di Venezia. Ah, è bene non dimenticare la sua infinita ed immensa passione per la lettura, infatti è praticamente impossibile impedirle di entrare in una libreria e di uscirne con nuovi tomi da aggiungere ai numerosissimi già letti, o ancora da leggere, che già possiede!!!

Intorno la metà del 2018 conosce Matteo Iacobone e Luigi Salerno con i quali intraprende un nuovo percorso, come montatrice del suono e sound designer, per la lavorazione del film “Finalmente l’inverno”.


<< Indietro



Copyright 2012-2019 NocteFilm - All rights reserved